Domande e risposte

SE NON TROVI LE RISPOSTE ALLE TUE DOMANDE, VAI QUI



A cosa serve l'Asl?

Il rapporto dell’Ocse “Strategia per le competenze” fotografa, in Italia e all’ estero, il rapporto tra studio universitario e lavoro: si parla di impieghi che non soddisfano né economicamente né le proprie passioni, lavori che puniscono le competenze.

Ma quali sono le vostre esperienze in tema di lavoro, passione e competenze?

 

L' alternanza scuola lavoro ti aiuta a creare competenze, serve a

 esplorare il territorio e il suo potenziale di occupazione e di investimento

 capire i tuoi talenti in vista della scelta universitaria

 sviluppare la tua curiosità e il tuo senso critico

 imparare a guardarti intorno con occhi diversi

 metterti in gioco

 imparare a parlare con gli altri

 imparare a lavorare con gli altri

 assumerti qualche responsabilità

 

 



Asl al liceo: quali caratteristiche ?

Mentre negli istituti tecnici e professionali l’ASL ha una prevalente curvatura di apprendistato lavorativo, nei licei essa mantiene una dimensione culturale di accesso al mondo del lavoro, soprattutto in vista della scelta universitaria.

Non serve a imparare un mestiere ma a conoscere la cultura del lavoro: assunzione di responsabilità, sviluppo dei talenti, collaborazione di team, riconoscimento del merito.



Qual é il rapporto fra Asl e materie di studio?

Proprio perché l’ASL ai licei non è un apprendistato, ma sviluppa competenze trasversali (analisi, sintesi, capacità di fare ricerca, problem solving, team working, microlingua professionale ecc.), si può dire che ogni disciplina di studio dà il suo apporto.

Inoltre, poiché la nostra scuola progetta l’esperienza ASL in rapporto agli indirizzi di studio, le materie caratterizzanti i diversi curricoli liceali possono assumere un particolare valore, sia in fase preliminare sia nel bagaglio di esperienze che ne ricaverai.

 



Dove posso svolgere la mia Asl?

Dipende dal tuo indirizzo di studi, ogni indirizzo ha la sua vocazione! Potrai scegliere fra molte opportunità: enti pubblici locali ed economici, aziende private, associazioni e fondazioni di carattere sociale, culturale, politico o ambientale, ordini professionali e professionisti, enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI.

Ma attenzione, non tutti i corsi sportivi sono riconducibili all'alternanza: dipende se ricadono all'interno del progetto formativo della classe, se la tua è un'attività agonistica e se il tuo percorso formativo personalizzato è calibrato sugli aspetti lavorativi della disciplina sportiva praticata (leggi con attenzione i "Chiarimenti interpretativi Miur" - sezione normativa)



Come sono distribuite le 200 ore?

Dipende dal progetto del tuo consiglio di classe. Indicativamente le ore sono 60 in terza, 110 in quarta e 30 in quinta, ma questa è una suddivisione puramente teorica. Chiedi al tuo responsabile ASL o al docente coordinatore di classe 



Cosa si fa in classe terza?

In genere sono previsti dai consigli di classe percorsi propedeutici/laboratoriali intorno al tema prescelto, solitamente mediante sospensione di attività didattica per permettere agli studenti una focalizzazione temporale e un approccio laboratoriale al tema di studio prescelto.

La modalità utilizzata per questa prima fase è quella del “cooperative learning”, con la suddivisione in gruppi di lavoro, coordinati dai docenti della classe.

Il vostro lavoro verrà monitorato in itinere e verificato alla fine, quando presenterete il prodotto del lavoro che vi è stato commissionato



Cosa si fa in classe quarta?

Tutto dipende dal vostro progetto di classe. Potrebbe essere il momento dell' inserimento vero e proprio in azienda/ente/struttura che porta ad un reale contatto col mondo del lavoro: i vostri tutor aziendali cercheranno di insegnarvi un “mestiere”, ma siete voi che dovrete ricordare loro la vostra provenienza liceale, ben distinta dai percorsi tecnici e professionali.

In genere sono due settimane d’inserimento nella realtà lavorativa (ma può essere anche una o tre a seconda del progetto del consiglio) durante le quali sono previste opportune e documentate osservazioni, affiancamento e raccolta dati.

Tutto questo dovrà essere rielaborato nel “Giornale di bordo” in modo da accrescere e misurare le vostre competenze di base e trasversali



... e in classe quinta?

In quinta presenterai il Porfolio delle Competenze,  partire dall'anno scolastico 2018/19 questo documento farà parte dell'esame di stato.

E' una raccolta di testimonianze del proprio lavoro che viene continuamente aggiornata per dimostrare le competenze raggiunte e quelle in via di sviluppo.

In ambito scolastico raccoglie e documenta l’itinerario da te percorso per raggiungere un certo tipo di competenze specificando quelle che sono in sviluppo e i traguardi da raggiungere in futuro.

Il senso del portfolio, però, è anche quello di essere “personale” ovvero di essere uno strumento per documentare i tuoi processi personali, una specie di autobiografia di apprendimento.

E' rivolto alla commissione d’esame e per questo devi tener conto della sua composizione (metà insegnanti e il presidente non ti conoscono) e di cosa vogliono testare.

Con il portfolio non prenderanno in esame le conoscenze ma come si è in grado di esaminare e presentare le proprie competenze, per questo devi tener conto dei tempi di presentazione e delle inferenze disciplinari con le proprie esperienze.



Un impegno sportivo o una presenza in orchestra possono rientrare in attività Asl?

L'esperienza ASL prevede una tua partecipazione attiva all'esperienza: un semplice corso sportivo non ti fa apprendere competenze che i docenti possono valutare; altra cosa se si tratta di collaborare all'interno dell' associazione sportiva nell'organizzazione e realizzazione delle attività offerte o nella realizzazione di eventi.

Lo stesso vale nel caso dei corsi di strumento musicale  o altro corso. Insomma, in un caso o nell’ altro dovrai sperimentare proficuamente un particolare contesto di lavoro e non semplicemente l’impegno, seppur nobile, del tuo tempo libero. Maggiori informazioni riguardo le attività sportive agonistiche  le trovi nei CHIARIMENTI INTERPRETATIVI



Sei un  atleta di alto livello ?

Questi i passaggi tecnici da fare per riconoscere l'asl sportiva:

1)  TIPOLOGIA DI ATLETI - queste le categorie di studenti a cui viene riconosciuta asl sportiva, quattro tipologie di atleti cosiddetti di “Alto livello”: 

a. Rappresentanti delle nazionali partecipanti a competizioni internazionali;

b. Per gli sport individuali, atleti compresi tra i primi 12 posti della classifica nazionale di categoria giovanile all'inizio dell'anno scolastico di riferimento;

c. Atleti delle Società degli sport professionisti di squadra di cui alla legge 91/1981 che partecipano ai seguenti campionati: Calcio (serie A, serie B, Lega Pro, Primavera, Under 17 serie A e B, Berretti); Basket (A1/ Under 20 élite, Under 20 eccellenza);

d. Studenti coinvolti nella preparazione ai Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Pyeongchang 2018, ai Giochi Olimpici e Paralimpici estivi di Tokio 2020, ai Giochi Olimpici e Paralimpici giovanili estivi di Buenos Aires 2018, ai Giochi Olimpici e Paralimpici giovanili invernali di Losanna 2020, ovvero ciascuno studente riconosciuto “Atleta di Interesse Nazionale” dalla Federazione o dalle Discipline Sportive Associate o Lega professionistica di riferimento 

2)  ATTESTAZIONE: se lo studente rientra in queste categorie è necessaria un' attestazione dell’appartenenza dello studente ad una delle suddette categorie di atleti da parte della Federazione sportiva di riferimento.

3)  CONVENZIONE una volta ricevuta l'attestazione, la scuola invia alla Federazione sportiva la convenzione, da firmare e restituire;  la convenzione dovrà regolare i rapporti tra la scuola e la struttura ospitante, identificata con l’ente, Federazione, società o associazione sportiva riconosciuti dal CONI che segue il percorso atletico dello studente, la quale provvederà a designare il tutor esterno con il compito di assicurare il raccordo tra quest’ultima e l’istituzione scolastica. Particolare attenzione dovrà essere dedicata alla formazione specifica sulla salute e sicurezza negli ambienti in cui si volgono le attività atletiche ed ai rischi specifici legati all’utilizzo di strumenti e attrezzature sportive

4)  PROGETTO FORMATIVO PERSONALIZZATO : le attività di alternanza scuola lavoro potranno comprendere gli impegni sportivi solo sulla base di un progetto formativo personalizzato condiviso tra la scuola di appartenenza e l’ente, Federazione, società o associazione sportiva riconosciuti dal CONI che segue il percorso atletico dello studente.

Fonte normativa: punto 3 dei Chiarimenti Interpretativi



Un'attività di volontariato può essere considerata alternanza scuola-lavoro?

Come avrai capito, l'ASL non si esaurisce con la tua  avventura esperienziale ma prevede un procedimento complesso: progettazione e definizione delle competenze prima, riconoscimento e valutazione delle competenze poi.

Se scegli  di svolgere attività di volontariato presso strutture riconosciute, puoi farti approvare l'attività svolta come alternanza, purchè l'ente proponente elabori e presenti un progetto formativo che individui obiettivi, modalità e competenze acquisite che dovrà essere approvato dal tuo consiglio di classe. Una volta approvato, sarà cura del docente referente Asl di classe attivare la convenzione.



Una visita aziendale o museale può rientrare nel monte ore Asl?

Perchè una visita aziendale o museale sia considerata asl bisogna avere ben chiari gli obiettivi della visita e come questa si colloca all'interno dell'itinerario scolastico.

Per progettarla in modo adeguato è necessario preparare lezioni di introduzione alla visita in classe, predisporre schede di visita e/o itinerari calibrati in funzione degli obiettivi prescelti, per una visita partecipata, predisporre modelli di questionari o di interviste, da rielaborare al rientro.

E' necessaria la registrazione con apposito modulo



Il viaggio d'istruzione può rientrare in attività Asl?

Certamente! Tuttavia, il viaggio d'istruzione va inserito nello sviluppo del più ampio progetto ASL di classe: esso conterrà  la meta e la tematizzazione del viaggio, le competenze da raggiungere, focalizzate sulle realtà imprenditoriali o culturali incontrate, la definizione dei prodotti attesi e delle relative schede valutative. Insomma, il viaggio assume una dimensione ASL a partire dalla sua progettazione in Consiglio di Classe, con mete idonee, legate all' indirizzo di studi (es. centri di ricerca scientifica, start up, parchi archeologici e poli museali, stage in associazioni no-profit, rappresentanze diplomatiche, attività outdoor ecc.).

Anche le nuove professioni connesse ai Beni Culturali possono essere conosciute proprio grazie a un buon viaggio d’istruzione, in Italia o all’estero.



Qual è il rapporto fra Asl ed esame di Stato?

Gli studenti del nostro Liceo Economico hanno già presentato le loro esperienze ASL in sede di esame; dall’anno 2017-2018 la riforma dell’Esame di Stato porta al centro della valutazione complessiva di tutti gli studenti italiani il loro percorso di alternanza: attività svolte, risultati raggiunti, competenze sviluppate, legame con la maturazione del personale progetto di vita



Quale può essere il ruolo dei genitori?

I genitori possono collaborare con il Consiglio di Classe, in sintonia con il progetto che esso ha costruito, ad esempio mettendo a disposizione la propria professionalità come docente formatore o spazi per l’esperienza ASL (attività imprenditoriali, studi professionali ecc.), in una specie di borsino dell’ospitalità ASL. Perché l’esperienza sia più produttiva, essa però non si svolgerà nell’ azienda di famiglia!



Nel caso di percorsi Asl personali, cosa fare in caso di assenze a scuola?

Può accadere che lo studente sia coinvolto in percorsi ASL personali segnalati dalla famiglia e di proprio interesse. In questo caso dovrà essere fatta esplicita richiesta scritta al coordinatore di classe, sottoscritta dai genitori. Dopo la redazione della Convenzione, lo studente dovrà presentare un calendario preliminare delle uscite, con la motivazione dell'attività e la specifica dicitura che essa si svolge in convenzione ASL.

Tale calendario va controfirmato dal Dirigente scolastico ed acquisito nel fascicolo personale dello studente. Non vanno segnate come assenze.



Candidati esterni    Esame di stato 2017/2018  Iscrizioni 2018/2019

Con riferimento ai “Chiarimenti interpretativi” forniti tramite l’allegato alla nota MIUR prot. 3355 del 28.03.2017, punto 18, si ricorda che nel 2017-18 l'ASL è a regime e quindi tutti i percorsi di ASL devono essere realizzati e documentati ai fini dell'Esame di Stato.

Pertanto anche ai candidati esterni iscritti all'esame di Stato 2017/18 è richiesto lo svolgimento di attività assimilabili all’ASL e la presentazione della relativa documentazione. Il nostro Istituto richiederà tale documentazione sin dal primo colloquio informale con l'aspirante candidato, anche attraverso il coinvolgimento di un referente ASL, in modo tale da renderne possibile il riconoscimento e/o un'eventuale integrazione in tempi utili. Atteso che l'attuazione del percorso ASL è vincolante per l'accesso all'esame di Stato 2018-19, l'istituto scolastico provvederà alla verifica immediata delle attività di ASL svolte sin dalla prima fase di accoglimento delle richieste di nuove iscrizioni presentate da studenti provenienti da altri percorsi per l’a.s. 2018/19 al IV anno e soprattutto al V anno. Tale verifica consentirà il riconoscimento e/o l'eventuale attivazione di un percorso ASL di "recupero" da realizzarsi nel periodo precedente l'avvio delle lezioni nell'a.s. 2018-19



Esiste un sito che mi spieghi quello che devo fare?

Certo, puoi andare direttamente sul dito del MIUR